Se si ha a disposizione un capitale personale che è possibile risparmiare e sottrarre dalla normale vita economica familiare, si può senza dubbio pensare di investirlo al fine di avere un ritorno degno di nota.

Investire è un ottimo modo per aumentare le entrate e ottimizzare il ciclo economico del proprio patrimonio, ma non è semplice farlo in uno specifico settore, la scelta dovrà prevedere diversi aspetti da mettere sul piatto della bilancia, a cominciare dall’ammontare economico di cui si dispone al segmento nel quale si vuole investire.

Definire il budget

Mediamente, quando si decide di investire parte del proprio patrimonio, l’ammontare medio varia tra i dieci e i centomila euro. Per comodità quindi ragioneremo su uno scenario di mezzo immaginando di investire 50000 euro.

Questa cifra si avvicina alla tua idea di investimento? Se si, sappi che si tratta di un budget adeguato che permette di valutare un ventaglio piuttosto ampio di possibilità.

A questo punto bisognerà analizzare un aspetto fondamentale: esistono attività ad alto e a basso rendimento, che a loro volta si intrecciano con la volatilità, ossia la percentuale di possibilità che quel rendimento potenziale si traduca in un ritorno economico concreto.

Operazioni a rendimento vario con margine di sicurezza incerto

Investire 50000 euro in operazioni commerciali deve avere l’imperativo del margine di riuscita, senza il quale l’investimento non è profittevole a prescindere dalla somma.

In altre parole, sarà opportuno evitare operazioni a margine di sicurezza incerto, come per esempio la borsa, alcuni tipi di obbligazioni, o attività commerciali di cui non si ha conoscenza approfondita.

Quest’ultimo caso è estremamente frequente: oggi investire in un’attività (avviata o in via di sviluppo) può diventare un’arma a doppio taglio perché si inserisce in un contesto, il mercato nazionale, estremamente oscillatorio soprattutto negli ultimi anni.

Le attività commerciali sono strozzate da tassazioni importanti e spesso risentono delle leggi di mercato, non di rado condotte dai grandi gruppi e dalle catene dei diversi settori.

Capitalizzare investendo in un esercizio su strada oppure in una nuova società pone il tuo investimento in una posizione di svantaggio, poiché servirà principalmente per finanziare le spese di avviamento.

Tenendo conto che il ritorno di investimento di solito avviene a distanza di anni dal break-even, che a sua volta si realizza almeno in un quinquennio, vien da sé che questo tipo di operazione facilmente potrebbe non essere conveniente.

Dove investire 50000 euro?

Una somma come questa spesse volte viene accostata alla possibilità di realizzare profittevoli operazioni immobiliari, il che è giusto da un punto di vista teorico, ma a livello pratico si concretizza solo con determinati presupposti.

Anzitutto il mercato immobiliare non è tutto uguale, e ad oggi quello italiano risente ancora in maniera importante di una crisi che non accenna a diminuire.

Viceversa, esistono altri mercati molto più solidi nei quali ci si può concentrare, come per esempio quello americano.

Lo scenario USA, in particolare a Miami e Florida in generale, è un territorio perfetto per investire 50000 in un immobile per affittarlo.

L’investimento per rendita è un’operazione classica che garantisce ritorni di investimento sufficientemente rapidi con capitali dedicati contenuti.

50000 euro è una somma adeguata per selezionare un ventaglio di immobili abbastanza ampio sul quale valutare i possibili ritorni di investimento.

Remida Properties da anni si occupa di affiancare, supportare e coadiuvare clienti investitori che decidono di collocare i propri capitali in operazioni immobiliari in Florida, molto spesso prediligendo la formula  dell’Apartment Building, del Property rental e del Flipping Immobiliare.

Esempio di struttura riqualificata con l’operazione Apartment Building di Remida

Il team di Remida affiancherà quindi l’investitore nella scelta dell’immobile più adatto da acquisire, in base alla quota di partecipazione e alle esigenze del cliente, nonché nella realizzazione di tutte le pratiche burocratiche necessarie al completamento dell’affare.

Avviare una locazione immobiliare in USA è molto più semplice e veloce rispetto all’Italia: la tassazione è più bassa (vantaggio per l’investitore) e le pratiche necessarie sono ottimizzate (vantaggio per il conduttore). Questo permette di avviare una profittevole operazione di affitto con rendita in tempi brevi e con massima soddisfazione delle parti.